Leggi e rivedi la documentazione di Automation Anywhere

Automation Anywhere Automation 360

Chiudi contenuti

Contenuti

Apri contenuti

Automation 360 v.22 Community Edition Note sulla versione

  • Aggiornato: 2021/09/21
    • Automation 360 v.x
    • Esplora
    • Spazio di lavoro RPA

Automation 360 v.22 Community Edition Note sulla versione

Data di rilascio:15 settembre 2021

Esaminate le nuove funzioni nella Community Edition di Automation 360 v.22 (Build 10535).

RPA Workspace

Novità
Introduzione al package di file di testo

È ora disponibile un nuovo package di file di testo che include l'action Ottieni testo. Con questa action è possibile estrarre il testo dai file che contengono caratteri giapponesi con codifica Shift-JIS e quindi salvare il contenuto nei file in una variabile stringa.

Text file package

Condivisione di una sessione tra bots

È possibile condividere una sessione di DLL, Excel e dell'Emulatore di terminale tra più bots utilizzando l'opzione Sessione globale. È anche possibile condividere una sessione con bots figlio specifici utilizzando l'opzione Variabile e condividere una sessione solo con il bot corrente utilizzando l'opzione Sessione locale.

Sharing sessions across bots

Miglioramenti al AISense Recorder

Il AISense Recorder ora consente l'automazione di applicazioni che utilizzano interfacce in russo e una combinazione di interfacce in russo e inglese.

AISense per la registrazione di attività da applicazioni remote

Miglioramenti delle condizioni del registratore per i packages
  • Utilizzare la nuova condizione L'oggetto non esiste dall'elenco delle condizioni di qualsiasi package per verificare se un oggetto specifico esiste in una finestra e quindi eseguire delle actions in base al risultato.

    Questa condizione funziona anche con la tecnologia SAP.

  • La condizione di Oggetto esistente viene ora rinominata in L'oggetto esiste.

Loop package

Miglioramenti al package Excel advanced
  • Aprire i file con le estensioni .xml e .txt usando l'action Apri.
  • Utilizzare il carattere jolly (*) nell'action Apri per i nomi di file per eseguire la ricerca in base al modello di carattere jolly.
  • Quando si utilizza l'action Esegui macro e si specifica un argomento che ha un valore vuoto, questo valore vuoto può ora essere passato alla macro.
Nuova opzione nel database:action Disconnetti

In Database:action Disconnetti, è ora possibile utilizzare l'opzione Mantieni lo schema del database nella cache fino al termine dell'esecuzione del bot per consentire all'action Ciclo di iterare il set di dati utilizzando lo schema memorizzato nella cache dopo la disconnessione dal database.

Uso di espressioni regolari nell'action File > Apri (ID caso Service Cloud: 00737614)

Utilizzare le espressioni regolari (regex) nell'action Apri del package File per supportare la ricerca basata su modelli.

Specifica del timeout per bots (ID caso Service Cloud: 00667049, 00690892, 00699158, 00706491, 00739420, 00739415, 00741590, 00769795)

È ora possibile specificare l'intervallo di tempo entro il quale deve essere completata l'esecuzione di un bot. Il sistema interrompe l'esecuzione del bot se non viene completata entro l'intervallo di tempo specificato.

Configurare il timeout per l'esecuzione di bot

Nuova versione di Exchange supportata nel package Email

Nel package Email, quando si sceglie un server EWS per stabilire una connessione, è ora possibile utilizzare l'opzione Exchange2013 nel campo Versione Exchange.

Nuova actions nel package Window
  • Utilizzare l'action Chiudi tutto per chiudere tutte le finestre o i programmi in esecuzione sul sistema, ad eccezione delle finestre aggiunte nel campo Aggiungi finestra.
  • Utilizzare l'action Ripristina per ripristinare le dimensioni di una finestra o di un'applicazione ingrandita o ridotta a icona in esecuzione sul sistema.

Pacchetto Finestra

Nuova opzione per la ricerca di testo all'interno del contenuto del bot in Bot editor (ID caso Service Cloud: 00735685, 00736201, 00739122, 00740481, 00733885, 00748970, 00746459, 00738181,00756441,00759037,00761453,00764478)

In Bot editor, utilizzare la casella di ricerca nella visualizzazione Flusso, Elenco o Doppia per cercare testo, variabili o actions nel contenuto dell'intero bot, come nome del pacchetto, nome dell'azione, nome della stringa o nome della variabile. Questa funzione consente di visualizzare o modificare un bot con lunghe righe di codice per determinare dove e in quale linea viene utilizzato il testo cercato, ad esempio variabili, stringhe o actions.

Contenuto della tavolozza Actions per la creazione di bot

Supporto migliorato per URI di SOAP Web Service (ID caso Service Cloud: 00759811)

Nel package SOAP Web Service, se il campo Indirizzo posizione è vuoto, il bot ora recupera l'indirizzo posizione dal file WSDL.

Nuova opzione nel package SOAP Web Service

Utilizzare l'opzione Genera richiesta SOAP nel package SOAP Web Service per recuperare i dettagli della richiesta SOAP dall'URI SOAP o dal file WSDL. È ora possibile selezionare qualsiasi operazione dall'elenco di servizi e porte disponibili nella richiesta SOAP per compilare automaticamente i dati nei campi dell'action SOAP Web Service.

Esempio di utilizzo dell'azione Servizio Web SOAP

Nome TNS supportato per la connessione al Oracle Database

Il nome TNS (Transparent Network Substrate) è ora supportato nel Oracle Database. È possibile connettersi al Oracle Database specificando il nome TNS e il percorso del file di configurazione tnsnames.ora.

Opzione di tempo di attesa nel package Google Sheets (ID caso Service Cloud: 00738249, 00817449, 00814775)

Nel package Google Sheets, quando si utilizza l'action Connetti per stabilire una connessione con il server Google, è ora possibile impostare un tempo di attesa nel campo Attendi il completamento dell'azione durante l'esecuzione di actions quali Ottieni, Imposta o Elimina. Ad esempio, se si dispone di un file di grandi dimensioni che richiede molto tempo per l'apertura, è ora possibile impostare il tempo di attesa per l'apertura del file prima che il sistema esegua il set successivo di actions.

Nuova opzione per l'action Metti del package Dictionary

È ora possibile assegnare un valore statico a una chiave per una variabile del dizionario utilizzando l'opzione Valore statico nell'action Metti nel package Dictionary.

package Dizionario

Clic relativo e occorrenza supportati nei packages (ID caso Service Cloud: 0055643,00754173)

Quando si acquisisce un'immagine di destinazione tramite il package Image Recognition, è ora possibile utilizzare l'opzione Anteprima per selezionare un'occorrenza acquisita specifica e posizionare la posizione del clic in relazione all'immagine.

Questa funzione è supportata nei seguenti packages e actions:
  • Image Recognition > Trova l'immagine nella finestra
  • Image Recognition > Trova la finestra nella finestra
  • If > Condizione di Riconoscimento delle immagini
  • Loop > Condizione Durante > Riconoscimento delle immagini
  • action Attendi la condizione > Condizione di Riconoscimento delle immagini

Utilizzo di Trova immagine nella finestra action|Utilizzo della finestra Trova nella finestra action

Miglioramenti alla chiave del tipo di esecuzione nella variabile AATaskExecutor
  • Quando si pianifica l'esecuzione di un bot, la chiave Execution_Type nella variabile AATaskExecutor restituisce ora informazioni sul tipo di esecuzione con il tipo di pianificazione (frequenza), ad esempio Esegui come pianificazione giornaliera, Esegui come pianificazione settimanale o Esegui come pianificazione mensile.
  • Quando si utilizza un trigger in un bot, è possibile accedere alla chiave Execution_Type attraverso i dati del trigger. La chiave Execution_Type restituisce Esegui tramite trigger come stringa per i trigger.
Supporto delle lingue per i nomi delle variabili

I nomi delle variabili ora supportano le lingue greca e giapponese. È ora possibile creare i nomi delle variabili utilizzando i seguenti caratteri:

  • Caratteri greci maiuscoli e minuscoli
  • Caratteri giapponesi Katakana a larghezza intera e a mezza larghezza.
Nuova opzione nel REST Web Service (ID caso Service Cloud: 00764198, 00800287)

Nel package REST Web Service, è ora possibile utilizzare l'opzione Consenti connessione non protetta quando si utilizza https per ignorare la convalida del certificato SSL e consentire connessioni non protette.

Filtri per l'ID dell'elemento di lavoro e l'ora per le automazioni dei carichi di lavoro

Combinare l'ID dell'elemento di lavoro e l'ora di inizio di una coda per cercare elementi di lavoro specifici e monitorare l'avanzamento di tali elementi di lavoro. L'ora di inizio filtra l'elenco di tutti gli elementi di lavoro che iniziano tra la data di inizio e l'ora di inizio specificate.

Operazioni consentite sulla pagina della coda di visualizzazione

Miglioramenti alla struttura del bot

Abbiamo migliorato la leggibilità complessiva della struttura del bot e aggiornato le etichette dei nodi del bot per visualizzare in dettaglio le proprietà e i parametri selezionati di ciascuna action nelle visualizzazioni Flusso, Elenco e Doppia. Non è più necessario espandere ciascuna action per visualizzare questi dettagli.

Le visualizzazioni Flusso, Elenco e Doppia visualizzano le seguenti proprietà delle actions:

  • Il valore immesso per le actions, ad esempio Imposta testo per tutte le tecnologie supportate
  • I nomi degli oggetti su cui sono eseguite le actions, ad esempio Imposta testo, Fai clic, Clic sinistro, Ottieni proprietà e Seleziona elemento per indice
  • Il nome della proprietà dell'oggetto menzionata nell'action
  • Il nome della variabile restituita se un valore è assegnato a una variabile
  • L'elenco delle proprietà per l'action Ottieni proprietà
Applicazioni Java supportate nel package di integrazione app

Il package di integrazione app ora supporta applicazioni Java basate su Standard Widget Toolkit e Abstract Window Toolkit, che possono disegnare testo utilizzando API di disegno del testo di Windows.

Supporto per il download diretto in Bot Store

Gli utenti che non possono connettere la propria Control Room a Internet possono ora scaricare direttamente bots e packages di Automation 360 localmente da Bot Store e importarli nella propria Control Room.

Download bots and packages from Bot Store

AARI (Automation Anywhere Robotic Interface)

Novità
Selezionare l'input elemento file supportato per l'azione Crea una richiesta

L'azione Crea una richiesta nel pacchetto Web AARI ora supporta il passaggio di input nei moduli di creazione della richiesta all'elemento Seleziona file. È ora possibile utilizzare bots per creare una richiesta e caricare o scaricare file come input con l'elemento Seleziona file. Questi file di input vengono caricati nel servizio di archiviazione per essere disponibili per un'ulteriore elaborazione nella richiesta.

Supporto delle variabili di output nell'editor di processo

La sezione Variabili di output nell'editor di processo consente di creare una variabile definita dall'utente che può essere impostata come output per qualsiasi processo. In questo modo è possibile passare l'output dal processo figlio (secondario), chiamato in Attività del processo, al processo padre (principale).

Use an Output variable

Visualizzazione dettagli nella pagina Attività

Per una migliore gestione delle attività, la nuova opzione Visualizzazione dettagli nella pagina Attività fornisce informazioni più dettagliate sulle singole attività. La visualizzazione dei dettagli mostra in anteprima ogni attività nella rispettiva pagina di visualizzazione delle richieste senza aprire un'altra pagina, il che permette di organizzare e far corrispondere le attività alle richieste disponibili. Gli utenti possono interagire anche con le proprie attività.

Discovery Bot

Novità
Visualizzazione di gruppi di fasi

Quando si esamina una visualizzazione del processo, è ora possibile utilizzare l'opzione o l'icona del gruppo per visualizzare gruppi di fasi che appartengono all'azione di livello primario e all'azione di livello secondario (e alle azioni a livello di sottogruppo) utilizzate durante la sessione di registrazione.

Utilizzare l'icona del gruppo per decidere quali gruppi di fasi selezionare per un'attività che si desidera automatizzare. Ad esempio, un'azione di livello principale visualizza Microsoft Outlook, un'azione di livello secondario visualizza la notifica della posta di Outlook e le azioni di livello sottogruppo visualizzano termini quali e-mail - Aggiungi a, E-mail – Aggiungi oggetto.

Creare una vista del processo con filiali e opportunità

Uso dell'opzione Dinamica per le viste generate dal sistema

È ora possibile utilizzare l'opzione Dinamica tra le opzioni del modello per visualizzare le registrazioni in cui gruppi di fasi visualizzano una serie di modelli ripetuti che appartengono alla stessa applicazione o alla stessa azione di livello principale utilizzata durante la sessione di registrazione.

Utilizzare questa opzione per decidere il contesto del processo o dell'attività che si desidera automatizzare. I gruppi di fasi etichettati appartengono ad applicazioni supportate come Microsoft (Excel, Outlook e Blocco note), Blocco note++, editor di testo, la maggior parte dei casi di utilizzo delle finestre e la funzionalità del browser Chrome.

Creare una vista del processo con filiali e opportunità

Miglioramenti al documento PDD Word

Il documento PDD Word ora include un diagramma di flusso della registrazione dei processi e il tempo di ogni singola fase in ore, minuti e secondi.

Rivedi le opportunità e convertile in bot

Invia feedback