Leggi e rivedi la documentazione di Automation Anywhere

Automation Anywhre Automation 360

Chiudi contenuti

Contenuti

Apri contenuti

Automation 360 v.21 Note di rilascio

  • Aggiornato: 9/13/2021
    • Automation 360 v.x
    • Esplorare
    • Spazio di lavoro RPA

Automation 360 v.21 Note di rilascio

Data di rilascio: 09 giugno 2021

Rivedere le novità e le modifiche, nonché le correzioni e le limitazioni della Automation 360 versione v.21. Automation 360 (Cloud e In sede) è attivo Build 9595. Automation 360 IQ Bot Cloud È sulla build 9664 ed In sede è sulla build 9642.

Aggiornamenti del rilascio delle patch

Abbiamo aggiornato Automation 360 Build 9595 (Cloud e In sede) per le seguenti correzioni:
  • Le distribuzioni dei processi che contengono moduli con tabella vuota, casella di controllo o casella di testo non riescono dopo AARI Cloud l'aggiornamento della build dalla versione precedente a questa versione corrente (Service Cloud case ID 00788255).
  • Il layout della pagina di visualizzazione della richiesta cambia quando viene selezionata un'altra lingua diversa dall'inglese (caso ID Service Cloud 00772925).
  • I messaggi di avviso negli editor di processo eseguono il rendering di caratteri distorta a causa della codifica UTF-8 mancante (ID caso Service Cloud 00781891, 00784947).
  • Gli utenti (con la licenza di partecipazione) non vengono reindirizzati all' Assistente AARI applicazione a causa degli utenti (senza la licenza di partecipazione) che tentano Assistente AARI di connettersi all'applicazione in precedenza sullo stesso dispositivo.
  • Non è possibile acquisire le azioni della pressione dei tasti su un'applicazione utilizzando il registratore universale (ID caso Service Cloud 00785310).
  • I file non erano presenti nella cartella delle risorse incorporate, causando problemi nell'utilizzo del pacchetto Recorder (Service Cloud Case ID 00767315, 00777786, 00775209, 00788523, 00797261, 00795511, 00785246).
  • Bot Le distribuzioni si bloccano in una coda dopo Automation 360 Cloud l'aggiornamento da questa versione precedente a questa versione (ID caso Service Cloud 00784333, 00784890, 00784382, 00784338).
  • Le clonate bot perdono la loro dipendenza quando vengono registrate (caso di Service Cloud ID 00780756).
  • La durata della registrazione non è stata aggiornata correttamente in Process Cycle (ciclo di elaborazione) sulla scheda di processo e le fasi registrate non sono state acquisite dal registratore (Service Cloud case ID 00790884, 00781022).

Aggiornamento a questa versione

È possibile eseguire l'aggiornamento a questa Automation 360 versione dalle tre precedenti versioni (ovvero, da n−3, dove n si riferisce all'ultima versione). Le seguenti build sono certificate per l'aggiornamento a questa versione:
  • Build 8815 (v.20)
  • Build 8147 (v.19)
  • Build 7560 (v.18)
Recommendation: Se non si dispone di una versione n−3, eseguire l'aggiornamento Automation 360 a una delle tre versioni certificate prima di eseguire l'aggiornamento a questa versione. Vedere Aggiorna alla Automation 360 versione più recente.
Bot agent update: Questa versione include un aggiornamento obbligatorio per Agente bot. Assicurati di completare l'aggiornamento per continuare con le attività di automazione durante l'aggiornamento da una versione precedente a questa versione.

Aggiorna automaticamente il Agente bot | Aggiornare manualmente il Agente bot

Per verificare quale Agente bot versione è compatibile con questa Automation 360 versione, consulta Compatibilità con le build di Automation 360.

Miglioramenti alle estensioni del browser: Automation 360 Le estensioni per Google Chrome (versione 1.2.0.0), Microsoft Edge (versione 1.2.0.0) e Mozilla Firefox (versione 1.2.0.2) includono ora i seguenti miglioramenti:
  • Supporto per pulsanti HTML e azioni di testo in Attivazione dell'interfaccia
  • Miglioramenti ai criteri di ricerca predefiniti per caselle di testo e caselle di controllo che utilizzano Registratore il pacchetto.
  • Correzioni per l'acquisizione di oggetti con caratteri non validi in XML utilizzando Registratore il pacchetto.
  • Consente di correggere la Discovery BotGoogle Chromepagina di ricerca del registratore con browser predefinito ( ).

Funzioni di migrazione

11.x e 10.x funzioni
Nuovo ruolo di sistema per eseguire la migrazione

Assegnare il ruolo di sistema AAE_Bot Migration Admin all'utente che eseguirà la migrazione. Questo ruolo contiene tutte le autorizzazioni necessarie per visualizzare e gestire bot il processo di migrazione. L'utilizzo di questo ruolo elimina lo sforzo manuale di creare ruoli personalizzati, selezionare le autorizzazioni richieste e assegnarli agli utenti che eseguono la migrazione.

Finestra bot di runtime migliorata

Quando si esegue la migrazione bot tramite Procedura guidata per la migrazione del bot, la bot finestra di runtime mostra ora il nome 11.x 10.x bot del file o attualmente migrato.

Ora puoi migrare bot con la pagina web Apri in una nuova finestra e aprire una pagina web in una finestra esistente .
È ora possibile eseguire la migrazione 11.x e 10.x bot con più versioni di una DLL.
11.x solo funzioni
MetaBot schermate: Oggetti personalizzati e miglioramenti della modalità di riproduzione
  • Gli oggetti personalizzati all'interno della modalità di riproduzione delle immagini sono ora completamente supportati.
  • Gli oggetti collegati vengono ora catturati.
Opzione Nascondi/Mostra migliorata in Sala di controllo

Per bot disponibile nella Sala di controllo ( cartella i miei bot), è disponibile un filtro per nascondere o mostrare i file .mbot e .atmx più vecchi visualizzati nella finestra.

Valori globali per SAP

Il processo di migrazione crea i valori globali JcoDllPath e JcoJarPath della stringa di tipo per supportare la migrazione SAP di BAPI.

Funzionalità avanzate Database azione

Ora supporta Database azione la connessione ai database Oracle tramite SID e/o Service_NAME. Nelle versioni precedenti, era supportata solo la connessione con SID.

Nuove stringhe di variabili di posta elettronica

Le nuove variabili di stringa inviate e ricevute sono disponibili per Ciclo, Importa set di datie Esporta set di dati azioni per inserire i valori inviati per data e ora.

Supporto migliorato per i servizi Web di Microsoft Exchange

La funzione di invio di E-mail pacchetto supporta EWS OAuth2.0, migliorando la compatibilità con le versioni precedenti.

Eseguire la migrazione manuale da 11.x un ambiente abilitato al cloud

Ora è possibile eseguire la migrazione manuale da 11.x un ambiente abilitato per il cloud. In questa migrazione, è necessario creare manualmente tutte le entità come utenti, ruoli e credenziali, ad eccezione botdi . Tutte 11.x le versioni sono supportate per questa migrazione.

Esegui la migrazione da 11.x a Automation 360 abilitato al Cloud

10.x solo funzioni
Schermata Migrate Metabot (migrazione) con la variabile tipo password

È ora possibile eseguire la migrazione 10.x bot in base MetaBot alla schermata, che utilizza la variabile tipo password. Durante la migrazione, la logica (file .Logic) nel file .mbot viene migrata come nuova TaskBot all'interno MetaBot della cartella. Inoltre, la variabile tipo password viene migrata come variabile credenziale e assegnata a un predefinito armadietto.

Eseguire la migrazione TaskBot in base MetaBot alle risorse Screen e DLL senza utilizzare Logic

È ora possibile eseguire la migrazione di un TaskBot che fa riferimento MetaBot all'azione Esegui per MetaBot le risorse della schermata e della DLL direttamente, senza utilizzare MetaBot Logic. In questo modo, è possibile eseguire la migrazione di un TaskBot che contiene MetaBot risorse di schermate e DLL.

Spazio di lavoro RPA

Novità
Automation 360 miglioramenti alla navigazione

Abbiamo migliorato la leggibilità complessiva e l'accessibilità Automation 360 dell'interfaccia. Per semplificare la navigazione, i menu e le viste sono organizzati in base alle funzioni utilizzate di frequente e alle attività correlate.

L'interfaccia include i seguenti aggiornamenti:
  • Le icone del dispositivo, del profilo e della Guida sono ora situate nella parte inferiore del menu di navigazione, consolidando tutti i controlli a sinistra per un facile accesso.

    Quando si fa clic su queste icone, vengono visualizzati i pannelli mobili del contenuto e delle azioni.

  • Il menu di navigazione laterale può essere compresso in una barra sottile per massimizzare l'area di lavoro principale.

    È possibile continuare a utilizzare la navigazione laterale in modalità compressa, con i layout per ogni sezione.

Automation 360 navigation updates

Autenticare la connessione al database con Microsoft Azure Active Directory le credenziali (ID caso Service Cloud 00676448)

È ora possibile autenticare Sala di controllo la connessione al database utilizzando Microsoft Azure Active Directory le credenziali quando si installa Sala di controllo su Microsoft Azure.

Configurare il tipo e il server di database

Miglioramenti del vault chiave esterno

Il supporto esterno di Key Vault per AWS Secrets Manager e CyberArk per le credenziali di accesso automatico e automazione è stato aggiunto a Automation 360. Le credenziali di accesso automatico e le credenziali di automazione (credenziali utilizzate dai bot) possono ora essere recuperate dall'archivio chiavi esterno configurato.

Utilizzo di archivi chiave esterni

Distribuire l'automazione del carico di lavoro su un server terminal Windows multiutente

Per ottimizzare l'automazione dei carichi di lavoro e i dispositivi multiutente, è possibile distribuire le automazioni dei carichi di lavoro su un server terminal Windows multiutente in modo che un singolo dispositivo possa elaborare contemporaneamente più elementi di lavoro.

Informazioni sui dispositivi multi-utente | I miei pool di dispositivi

Sala di controllo e Agente bot controlli di compatibilità per l'automazione

Per gestire il ciclo di vita dell'automazione, Sala di controllo Agente bot è possibile visualizzare le informazioni sulle dipendenze relative alla compatibilità minima e alle versioni quando si creano e distribuiscono le automazioni. È quindi possibile aggiornare l'automazione e ridurre gli errori di runtime causati da Sala di controllo Agente bot una versione OR incompatibile.

Contenuto della tavolozza Azioni per la creazione di bot

Novità azioni SAP nel BAPI pacchetto

Utilizzare il seguente nuovo azioni:

  • Eseguire il flusso di lavoro standard: Esegue un flusso di lavoro standard in SAP BAPI.
  • Eseguire un flusso di lavoro personalizzato: Esegue un flusso di lavoro personalizzato in SAP BAPI.

BAPI SAP pacchetto

Novità azioni in File pacchetto

Utilizzare il seguente nuovo azioni:

  • Ottieni nome: Legge un nome file e lo memorizza in una stringa.
  • Ottieni percorso: Legge il percorso del file e lo memorizza in una stringa.

Pacchetto File

Espressione di tabella comune supportata in Database pacchetto

È ora possibile utilizzare Common Table Expression (CTE) nella azione parola chiave Read from using the WITH in database compatibili con SQL come Oracle e MySQL. Utilizzare le istruzioni CTE all'interno di una query SQL per semplificare le join e le sottoquery complesse.

Uso di Leggi dalle azioni

Supporto per numeri grandi in Numero pacchetto (ID caso Service Cloud: 00557619)

È ora possibile eseguire operazioni matematiche per numeri grandi con maggiore precisione in Numero pacchetto.

Numero pacchetto

Supporto database Snowflake con driver OBDC (Service Cloud Case ID:00761695)

Il driver OBDC Snowflake è ora supportato Database pacchettoin . È possibile connettersi al database Snowflake utilizzando applicazioni client basate su ODBC.

Questa azioni funzione è supportata dalle seguenti funzioni:

  • Connetti
  • Scollegare
  • Leggere da
  • Esporta in tabella dati
  • Inserisci/Aggiorna/Elimina
Variabili: Nuove funzioni e miglioramenti (Service Cloud Case ID:00740585)
  • Modificare il nome della variabile dopo la creazione della variabile.
  • Eliminare tutte o una selezione specifica di variabili inutilizzate da botun .
Universal Recorder nuove funzioni e miglioramenti
  • Registrare le interazioni degli oggetti nelle applicazioni create sul framework Electron.
  • Fare doppio clic su in tutte le applicazioni e i browser supportati.
Limita l'uso dell'attributo delle credenziali solo ai campi password (ID caso Service Cloud:00740585)

Quando si crea o modifica un attributo di credenziale, assicurarsi di bot immettere il valore dell'attributo solo nei campi identificati come password selezionando l'opzione Imposta questo attributo come password.

Organizzare i pool di dispositivi per verificare la presenza di dispositivi disponibili nell'ordine preferito

Se si selezionano più pool di dispositivi (nella finestra Esegui ora o Pianifica), è ora possibile disporre i pool di dispositivi nell'ordine delle preferenze. Quando viene bot distribuito un, Sala di controllo seleziona il primo dispositivo disponibile in base all'ordine in cui sono organizzati i pool di dispositivi. Se nessuno dei dispositivi è disponibile al momento della distribuzione, viene bot messo in coda.

Nomi predefiniti per le variabili di output

Quando si configura una variabile di output per azioni in Gestore errori e Script Python pacchetti, genera Sala di controllo automaticamente un nome di variabile predefinito descrittivo. Se si creano più variabili di output per azioneun , i nomi delle variabili successive vengono aggiunti a -1, -2, -3e così via per evitare un conflitto tra i nomi delle variabili.

Nuova stringa azione per il supporto di variabili annidate

Utilizzare > il valore String Evaluate azione per confrontare una variabile stringa specificata dall'utente con le variabili stringa in bot. Se viene trovata una corrispondenza, restituisce azione il valore della variabile corrispondente.

Pacchetto Stringa

Elimina valori globali

Un utente con il AAE_Amministratore ruolo può eliminare un valore globale dalla pagina tutti i valori globali.

Valori globali

Supporto ad alta disponibilità

Per gli utenti abilitati al cloud, l'alta disponibilità è supportata tramite implementazioni a tre nodi.

Stringa pacchetto miglioramento

Una nuova opzione per supportare gli stili di numerazione locale è ora disponibile in Stringa pacchetto. È ora possibile selezionare il formato locale, rappresentato da ISO-3166.

File dipendenti e informazioni sui pacchetti in Esporta dettagli di controllo dei pacchetti

Nei dettagli di controllo di un pacchetto esportato, è ora possibile visualizzare l'elenco dei file e dei pacchetti dipendenti associati al pacchetto esportato. Questa funzione consente di analizzare il contenuto del pacchetto esportato e identificare eventuali discrepanze. Se si sceglie di includere i pacchetti durante un'esportazione, solo le informazioni sui pacchetti vengono incluse nei dettagli di controllo.

Supporto del driver ODBC per tutte le stringhe di connessione (ID caso Service Cloud: 00748887, 00777676)

Un driver ODBC (Open Database Connectivity) è ora disponibile per supportare tutte le stringhe di connessione ODBC nello stesso modo in 11.x cui è stato utilizzato nella versione. Utilizzando SQL come standard per l'accesso e la gestione dei dati, è possibile connettersi a MySQL, Google BigQuery, Snowflake e ad altri database utilizzando il driver ODBC.

Condividere una sessione DLL

È ora possibile condividere una sessione DLL tra bot.

Nuova annotazione CredentialAllowPassword

Utilizzare la nuova annotazione CredentialAllowPassword nel pacchetto SDK per consentire la selezione di un attributo di credenziali contrassegnato come password. È possibile utilizzare questa annotazione quando si crea un nuovo pacchetto SDK o quando si modifica un pacchetto esistente.

Configurare e utilizzare le credenziali per consentire l'annotazione della password

Miglioramenti alle autorizzazioni di check-in, check-out e clonazione (ID caso Service Cloud: 00645904, 00720237, 00752197, 00760306, 00764684)
  • Quando si esegue un check-in, è ora possibile scegliere le dipendenze da controllare insieme a bot. Le dipendenze direttamente referenziate verranno automaticamente sottoposte a check in con bot.
  • Quando un bot viene sottoposto a check in insieme a un clonato bot e non vi sono altri bot dipendenti dal clone, il clonato bot viene eliminato.
  • Quando si esegue un check-out, è ora possibile scegliere le dipendenze che si desidera eseguire con bot. Le dipendenze non selezionate durante il check-out vengono ora clonate.
  • Durante il check-out, è ora possibile sovrascrivere o sost