Leggi e rivedi la documentazione di Automation Anywhere

Automation Anywhre Automation 360

Chiudi contenuti

Contenuti

Apri contenuti

Note su Enterprise A2019.19

  • Aggiornato: 6/10/2021
    • Automation 360 v.x
    • Esplorare
    • Spazio di lavoro RPA
    • Note sulla versione

Note su Enterprise A2019.19

Data di rilascio:11 febbraio 2021

Esamina le funzionalità nuove e modificate, i problemi risolti, le correzioni per la sicurezza, le funzionalità obsolete e le limitazioni note in Enterprise A2019.19. Enterprise A2019.19 Build 8147 è disponibile per In sede e Build 8145 è disponibile per Cloud. IQ Bot è nella Build 8098.

Importante: Abbiamo aggiornato le build Enterprise A2019.19 per includere le correzioni per i seguenti problemi:
  • Variabili di sistema che vengono visualizzate vuote nel campo di azione (ID caso Service Cloud 00737695, 00737698)
  • Modifica delle dimensioni della tabella quando si crea una nuova variabile tabella in In sede (ID caso Service Cloud 00725978, 00727695, 00736105)
  • Problemi durante la modifica di un bot in Editor di bot e apertura della pagina di elenco pacchetti che include caratteri speciali (ID caso Service Cloud 00733529, 00739634)
  • Assegnazione di un bot dall'area di lavoro privata a una variabile di file (ID caso Service Cloud 00727695)
  • Azioni Nel pacchetto Riconoscimento delle immagini che non consentono l'uso di file con estensione .PNG e file con lettere maiuscole nell'estensione (ID caso Service Cloud 00734972, 00734266)
  • Nomi delle variabili in maiuscolo che cambiano in minuscolo, trattino che diventa trattino basso e variabile non visualizzata se contiene un carattere maiuscolo (ID caso Service Cloud 00734784, 00734842, 00734999)
  • Bot non distribuiti su un dispositivo multiutente quando la sessione utente viene disconnessa e non esiste alcuna sessione attiva (ID caso Service Cloud 00727228, 00722888, 00732830, 00732835, 00733877, 00733362, 00726489, 00733070, 732959, 733160, 733269, 733321, 733391, 733435, 733438, 733451, 733680, 733765, 733770, 733790, 733940, 00734067)
  • bot figlio che riscontra un errore se contiene l'azione Trova finestra nella finestra del pacchetto Riconoscimento delle immagini (ID caso Service Cloud 00727031, 00730358, 00733607, 00733544, 0073464)
  • Utilizzo di variabili con nomi scritti con notazione a cammello nei pacchetti Tabella dati, Elenco e Ciclo (ID caso Service Cloud 00733263, 00733459, 00733007, 00733988, 00734168, 00733141, 00733074, 00733087, 00733001, 00734019)

Per ulteriori informazioni, vedi le sezioni Problemi risolti per Enterprise A2019 e AARI.

Funzionalità di migrazione

11.x e 10.x funzionalità
Rivedi i messaggi in Migration Assistant

Migration Assistant visualizza i messaggi di revisione per i bot migrati. Apri Migration Assistant per un bot per visualizzare e rivedere i messaggi per quel bot.

Utilizzo dell'Assistente migrazione

Esegui la migrazione dei Metabot con le schermate

Migrare Metabot che contengono schermi come asset. Puoi migrare le schermate basate sulla tecnologia di automazione dell'interfaccia utente e acquisirle utilizzando la modalità di riproduzione Oggetto.

Come viene eseguita la migrazione di Metabot

Rivedi i messaggi nel report del Scanner di bot

Il report del Scanner di bot mostra i messaggi di revisione relativi alla modifica del comportamento nei comandi utilizzati in bot che possono essere migrati in Enterprise A2019.

Analizzare i report

Interrompere, mettere in pausa e riprendere la migrazione

Puoi interrompere o sospendere e poi riprendere il processo di migrazione dal programma di avvio bot e dalla pagina Attività > In corso.

Interrompere, mettere in pausa e riprendere il processo di migrazione | Sospendere e riprendere la migrazione dei bot

Migrazione di bot che utilizza l'azione di acquisizione testo scorrevole nel comando Integrazione app

I comandi Integrazione app11.x e 10.x che acquisiscono il testo da una finestra di applicazione con una barra di scorrimento verticale vengono migrati in Integrazione app > Acquisisci testo scorrevole azione in Enterprise A2019.

Mappatura dei pacchetti per la migrazione

11.x solo funzionalità
Mappatura dell'output del comando Integrazione di PDF a più variabili

L'output di un bot 11.x che utilizza il comando Integrazione di PDF viene mappato con più variabili nelle equivalenti azioni del PDF pacchetto dopo che il bot è stato migrato in Enterprise A2019.

Migrazione di bot che utilizzano i seguenti attributi:
  • Bot che inviano testo giapponese al terminale VT100 utilizzando il comando Invia testo
  • Bot che utilizzano il comando Ottieni nodo singolo o Ottieni nodi multipli per estrarre i nodi che contengono gli spazi dei nomi da un file XML
  • Bot che contengono il comando Connetti del comando Emulatore di terminale e il valore nel campo Attendi timeout che è inferiore a cento millisecondi
Migrazione di bot che utilizzano le seguenti opzioni nel comando Active Directory:
  • Il comando Modifica oggetto con le azioni Rinomina, Elimina, Sposta e Imposta proprietà per il tipo di oggetto Computer e Unità organizzativa.
  • Il comando Modifica gruppo con le azioni Aggiungi utenti a un gruppo e Rimuovi utenti da un gruppo.

    Mappatura dei pacchetti per la migrazione

10.x solo funzionalità
Migrazione della versione più recente di bot 10.x abilitati al controllo delle versioni

È ora possibile eseguire la migrazione della versione più recente di bot dalla Sala di controllo 10.x configurata con controllo della versione SVN a Enterprise A2019. Utilizza l'opzione Copia dati 10.x per copiare la versione più recente di bot 10.x in Enterprise A2019 e quindi utilizza Procedura guidata per la migrazione del bot per migrare i bot a Enterprise A2019.

Copia dati 10.x | Come vengono copiati 10.x i dati in Automation 360

Enterprise A2019

Bot agent update: Questa versione include un aggiornamento obbligatorio per Agente bot. Assicurati di completare l'aggiornamento per continuare con le attività di automazione durante l'aggiornamento da una versione precedente a questa versione.

Aggiorna automaticamente il Agente bot | Aggiornare manualmente il Agente bot

Per verificare quale Agente bot versione è compatibile con questa Automation 360 versione, consulta Compatibilità con le build di Automation 360.

Nuove funzionalità
Impostazioni di accesso automatico

La configurazione di accesso automatico è disponibile in Sala di controllo per ridurre il tempo di avvio dei bot riutilizzando una sessione utente esistente. Configura l'accesso automatico nelle impostazioni Amministratore per tutti i dispositivi o personalizzalo dalla pagina Dispositivi per ciascun dispositivo.

  • Configura le impostazioni di accesso automatico per una sessione utente per creare una nuova sessione o riutilizzare una sessione esistente
  • Mantieni le sessioni utente sbloccate
  • Disconnessione da una sessione utente dopo che il bot ha completato l'esecuzione

Configurazione delle impostazioni di accesso automatico | Dispositivi

Nuovo utilizzo della CPU e impostazioni della memoria del dispositivo

Configura l'utilizzo della CPU e il valore di soglia della memoria del dispositivo nelle impostazioni Sala di controllo per determinare se distribuire o meno i bot sui dispositivi.

Configurare le impostazioni di soglia per i dispositivi utente

Installa Agente bot sui dispositivi senza i privilegi di amministratore

È ora possibile scegliere di installare Agente bot sui dispositivi utente con privilegi di utente locale (senza i privilegi di amministratore) a livello di utente locale o privilegi di amministratore a livello di sistema.

Installare Agente bot e registrare il dispositivo | Creazione di pool di dispositivi | Gestione degli utenti

Quando effettui l'installazione del Agente bot a livello di utente, il dispositivo non sarà disponibile come dispositivo predefinito per un altro utente e per la selezione del pool di dispositivi durante la distribuzione del bot. Per ulteriori informazioni, vedi Agente bot limitazioni note.

Nuova utilità diagnostica per Agente bot

Utilizza l'utilità diagnostica Agente bot per eseguire controlli diagnostici sui dispositivi Esecutore di bot e per ricevere assistenza nella risoluzione dei problemi di connettività Agente bot.

Eseguire controlli Agente bot diagnostici

Nuove funzionalità nel Tabella dati pacchetto (ID caso Service Cloud: 00656843, 00707635)
  • Utilizza l'azione Modifica tipo di colonna nel pacchetto Tabella dati per eseguire operazioni sulla colonna di una tabella di dati. Utilizza questa azione per modificare il tipo di dati della colonna in Booleano, Data e ora, Numero o Stringa.
  • Ordina i dati nella tabella dati in formato Numero, Data e ora, Booleano o Stringa.

Pacchetto Tabella dati

Nuova azione in Integrazione app pacchetto

Utilizza l'Acquisisci testo scorrevole azione per estrarre il testo dalla finestra selezionata o da un comando qualsiasi all'interno della finestra selezionata e salvarlo in una variabile. Se fai clic su un controllo qualsiasi all'interno della finestra, viene estratto del testo da quel controllo specifico. Se fai clic al di fuori della finestra, viene estratto tutto il testo da tale finestra.

Integrazione app pacchetto

Nuova opzione casella combinata di codifica in Emulatore di terminale per la serie VT

Per inviare e ricevere testo in giapponese, puoi ora utilizzare le caselle combinate Codifica e Pagina codice, nel momento in cui effettui il collegamento all'Emulatore terminale per il tipo di terminale serie VT.

Utilizzo di Connect azione

Nuova azioni in Active Directory pacchetto

Utilizza quanto segue azioni in Active Directory per automatizzare un'attività:

Nuova variabile di sistema per nuovo carattere di riga (ID caso Service Cloud: 00669232, 00672775, 00673578)

Utilizza la variabile di sistema $String:Newline$ per aggiungere un nuovo carattere di riga. Questa variabile aggiunge un nuovo carattere di riga in varie applicazioni indipendentemente dal sistema operativo del dispositivo.

Formato zero per Enterprise A2019 (ID caso Service Cloud: 00677611)

L'azione Esegui utilizza il formato zero con il nome AAZeroSizeForm che può essere impiegato dalle DLL per identificare i formati zero creati da Enterprise A2019.

Miglioramento per definire il percorso padre inActive Directory

Quando stabilisci una connessione con un server LDAP, puoi ora selezionare il percorso LDAP connettendoti al server.

Utilizzo di Connect azione

Ottieni informazioni sull'utente Esegui-come dopo la distribuzione del bot

Utilizza la variabile di sistema AATaskExecutor per restituire il nome utente, il nome, il cognome e l'e-mail dell'utente che esegue il bot. Se bot viene distribuito su un Esecutore di bot custodito, questa variabile restituisce informazioni sull'utente connesso. Se bot viene distribuito da un trigger, questa variabile restituisce informazioni sull'utente associato a tale licenza Esecutore di bot.

../aae-client/bot-creator/using-variables/cloud-system-related-variables.html#tpc-cloud-system-related-variables__sec-system-param

Miglioramenti al Registratore
  • Universal Recorder ora supporta l'acquisizione di oggetti in Mozilla Firefox.

    Devi installare l'estensione A2019 dai componenti aggiuntivi del browser Mozilla Firefox.

  • Consente di acquisire oggetti di tabelle, griglie e finestre principali dalle applicazioni SAP.

Applicazioni e browser supportati da Universal Recorder | Azioni eseguite su oggetti acquisiti con Universal Recorder

Dispositivo multi-utente supportato su Citrix Windows 10 Enterprise (ID caso Service Cloud: 00526001)

Il server di dispositivi multi-utente è ora supportato su Windows 10 Enterprise su Citrix, consentendo a più utenti di accedere allo stesso dispositivo contemporaneamente.

Trigger di eventi su Bot Runner in modalità non assistita (ID caso Service Cloud: 00681548)

Assicurati di selezionare l'opzione Riutilizza una sessione esistente per le impostazioni di accesso automatico in Sala di controllo per utilizzare trigger di eventi su Bot Runner in modalità non assistita quando un dispositivo è bloccato o è disconnesso (ad esempio RDP).

Configurazione delle impostazioni di accesso automatico

Accesso automatico supportato su Citrix VDI (ID caso Service Cloud: 00680200)

L'Accesso automatico è ora supportato su Citrix VDI e consente la distribuzione di bot in modalità non assistita.

Configurazione delle impostazioni di accesso automatico.

Ripristino di bot da archivio Git

Se il database viene eliminato o danneggiato, l'utente Admin può ripristinare tutti i bot e i file dipendenti dell'utente e associati dall'archivio Git al nuovo database vuoto.

Ripristino di bot da archivio Git

L'API di distribuzione bot verifica la presenza di dispositivi disponibili nell'ordine degli ID pool elencati

Se si immettono più ID pool nel corpo della richiesta, l'API controlla i pool per verificare la presenza di dispositivi disponibili nell'ordine in cui sono elencati gli ID pool. Se nessuno dei dispositivi è disponibile al momento della distribuzione, l'automazione viene messa in coda.

Distribuisci bot API

Funzionalità modificate
Maggiore sicurezza per i dispositivi Agente bot multi-utente (ID caso Service Cloud: 00695858)

Il Agente bot configurato su dispositivi multi-utente per le distribuzioni basate su RDP utilizza ora la versione aggiornata di wfreerdp.exe per una maggiore sicurezza.

Miglioramento delle API di distribuzione (ID caso Service Cloud: 00655548)

Quando richiami un'API di distribuzione regolare, se RunAsUser viene utilizzato per distribuire un bot, l'API di distribuzione non distribuirà altri bot fino a quando RunAsUser non è libero di eseguire gli altri bot.

La modifica dello stato avvia la distribuzione dell'automazione del carico di lavoro

Quando modifichi lo stato di un Elemento di lavoro da Non riuscito a Nuovo in Sala di controllo (Code), viene avviata la distribuzione di un'automazione del carico di lavoro in coda.

Installa l'estensione offline per Enterprise Google Chrome con Agente bot (Service Cloud Case ID: 00623511, 00689623, 00715413)

Ora puoi installare l'estensione Google Chrome offline dai file di configurazione Agente bot e MSI.

ANSI come codifica predefinita nel Tabella dati pacchetto

Per le operazioni di scrittura di testo, pacchetto Tabella dati > l'azione Scrivi su file supporta ANSI come tipo di codifica predefinito.

I Bot creati con la versione precedente di Enterprise A2019 con UTF-8 non sono interessati da questa modifica.

Miglioramenti al PDF pacchetto

Nel pacchetto PDF, quando immetti un intervallo di pagine errato nel campo Intervallo pagine ed esegui il bot, viene visualizzato un messaggio di errore che richiede di fornire l'intervallo di pagine corretto. Viene visualizzato il messaggio per il seguente azioni:

  • Unisci documento
  • Dividi documento
  • Estrai testo
  • Estrai immagine
I Bot attendono il caricamento della pagina Web di Google Chrome

Durante l'automazione di un'attività nel browser Google Chrome, i bot attendono fino a 30 secondi per il caricamento della pagina Web, quindi eseguono l'azione Acquisizione > Registratore successiva. Quando la pagina viene caricata, i bot cercano l'oggetto per la durata specificata nel campo Attendi il controllo. L'attesa del rendering completo della pagina web aumenta la capacità del bot di identificare l'oggetto target nella pagina web.

Miglioramento delle operazioni desktop

Quando crei un bot e selezioni un'opzione per l'operazione desktop, l'opzione selezionata rimane invariata anche se navighi in altri campi.

Aggiornamenti della visualizzazione del flusso in Editor di bot (ID caso Service Cloud: 00701626)
  • La vista Flusso è disabilitata quando si crea o si modifica un bot e il bot supera le 500 righe di codice. Utilizza l'opzione Mostra vista elenco per passare alla visualizzazione dell'elenco.
  • Nella visualizzazione Editor di bot Flusso, viene visualizzato un messaggio di avvertenza quando il bot supera le 400 righe di codice o se il bot ha più di 100 variabili.
La tabella seguente elenca i problemi risolti e le build in cui sono stati risolti (Build 8147 è la build più recente e le build 8145, 8134, 8122 e 8098 sono le build precedenti). Le correzioni sono disponibili cumulativamente nell'ultima build.
Problemi risolti
Numero di build ID caso Service Cloud Descrizione
8147 00737695 Quando si inserisce una variabile di sistema in un campo azione, la variabile viene ora visualizzata in quel campo.
8147 00725978, 00727695 Quando si crea una variabile tabella in In sede, la tabella si espande fino alle dimensioni complete della finestra. In precedenza la tabella mostrava solo tre righe alla volta.
8147 00733529,00739634 Non si verificano più problemi quando si modifica un bot in Editor di bot e si apre la pagina di elenco dei pacchetti. In precedenza, se un pacchetto installato aveva un nome con uno spazio (' ') all'interno, la pagina di elenco dei pacchetto mostrava un errore.
8145 00727695 È ora possibile assegnare un bot dall'area di lavoro privata a una variabile file.
8145 -- Quando si crea una variabile in una azione, la variabile viene visualizzata automaticamente nel campo per il quale è stata creata.
8145 -- È ora possibile utilizzare file .png nelle azioni del pacchetto Riconoscimento delle immagini.
8145 00734972, 00734266 È ora possibile selezionare un file Sala di controllo file con lettere maiuscole nell'estensione nell'azione Riconoscimento delle immagini > Trova l'immagine nella finestra.
8145 00734784 I nomi delle variabili vengono ora visualizzati correttamente nella visualizzazione Elenco Editor di bot; le lettere maiuscole nel nome della variabile non vengono più modificate in lettere minuscole e i trattini non vengono modificati in caratteri di sottolineatura.
8145 00734842, 00734999 Le Azioni visualizzano ora le variabili booleano, data/ora o tipo di elenco se il nome della variabile contiene lettere maiuscole.
8145 00727228, 00722888, 00732830, 00732835, 00733877, 00733362, 00726489, 00733070, 732959, 733160, 733269, 733321, 733391, 733435, 733438, 733451, 733680, 733765, 733770, 733790, 733940, 734067 È ora possibile eseguire la distribuzione di bot su un dispositivo multiutente quando la sessione utente viene disconnessa e non esiste alcuna sessione attiva (accesso, blocco o disconnessione) per quell'utente o per qualsiasi altro utente. Il seguente messaggio di errore non viene più visualizzato nella pagina Visualizza cronologia attività (Attività > Cronologia): Impossibile eseguire l'accesso automatico per l'utente <nome utente>.
8145 -- L'utilità di migrazione Cloud non continua più a funzionare in background se viene chiusa durante il caricamento dei dati 11.x.
8134 00727031, 00730358, 00733607, 00733544, 00734642 È ora possibile eseguire correttamente i bot quando si utilizza Riconoscimento delle immagini con l'azione Trova finestra nella finestra in un bot figlio. In precedenza, l'esecuzione di un bot non riusciva quando è veniva utilizzata la Riconoscimento delle immagini con questa azione nella sottoattività.
8134 00733263, 00733459, 00733007, 00733988, 00734168, 00733141, 00733074, 00733087, 00733001, 00734019 Tabella dati, Elenco e Ciclo pacchetti supportano ora variabili con nomi di casi scritti con notazione a cammello.
8122 00713867 Le variabili sono ora elencate in ordine alfabetico nella tavolozza variabili e nella finestra Inserisci un valore visualizzata quando si preme il tasto F2.
8122 -- La Sala di controllo non richiede ora più tempo per l'avvio e non viene più visualizzato il seguente messaggio di errore: Si è verificato un problema imprevisto.
8098 00689022, 00697417, 00697420, 00697079 Un dispositivo Agente bot non si disconnette più da una Sala di controllo configurata su Microsoft Azure. Non viene più visualizzato il seguente messaggio di errore: Disconnessione dovuta a pong straordinario.
8122 00719167, 00721731 Attività quali la pianificazione di bot e la connessione ai dispositivi utente non subiscono ritardi in una Sala di controllo ospitata su Cloud.
8098 00626595, 00680433 Le azioni nel pacchetto Riconoscimento delle immagini non restituiscono più un messaggio di errore errato relativo al tipo di dati immagine di destinazione.
8098 00698201 È stato risolto un problema in cui i bot rimanevano bloccati in modalità di pre-elaborazione quando il bot veniva utilizzato come bot figlio in diversi bot in esecuzione o era stato ridistribuito utilizzando l'API di distribuzione. Ora i bot vengono distribuiti dalla cache e vengono effettuate meno chiamate al database, evitando così un blocco del database.
8098 -- Il Scanner di bot visualizza ora il messaggio corretto per la logica MetaBot che contiene variabili delle credenziali che non possono essere migrate a Enterprise A2019.
8098 00687223 Un bot 11.x che passa un valore vuoto come input alla stringa, all'elenco, alla matrice monodimensionale e alla matrice bidimensionale della variabile tipo stringa utilizzata in una DLL non rileva più un errore quando tale bot viene eseguito dopo la migrazione a Enterprise A2019.
8098 00677231 Un bot non risponde più se contiene un azione per chiudere il browser Google Chrome seguito da un azione per aprire il browser Google Chrome.
8098 00687207 Quando un bot 11.x contiene oggetti acquisiti utilizzando il comando Clonazione dell'oggetto e tale oggetto ha una proprietà che contiene un'espressione all'interno del carattere $, il bot 11.x non rileva più un errore dopo la migrazione.
8098 00689286 Il Scanner di bot non rileva più un errore quando esegui la scansione di un bot 11.x che contiene il comando If con la condizione Controllo delle finestre selezionata e rende automatica un'attività su un file Microsoft Excel.
8098 00706438 Non si verifica più un errore durante l'installazione di Enterprise A2019 e:
  • Si sta effettuando la migrazione da 11.x a Enterprise A2019
  • Active Directory è configurato su 11.x Sala di controllo
  • Il database 11.x ripristinato contiene il ruolo AAE_Meta Bot Designer
8098 00708522 Non si verifica più un errore quando si clona un file dipendente di un bot 11.x dopo la migrazione a Enterprise A2019. L'errore si verifica solo quando il bot migrato contiene una descrizione nulla.
8098 00626664 Puoi ora migrare le attività automatizzate bot nelle applicazioni BMC. I bot migrati utilizzano l'azione Automazione legacy > Gestisci controlli Web per automatizzare le interazioni con gli oggetti.
8098 -- Puoi ora selezionare l'opzione di espressione regolare Senza distinzione tra maiuscole e minuscole nelle azioni che contengono un campo del titolo della finestra ed eseguire correttamente una nuova acquisizione nella finestra dell'applicazione.
8098 00688134 Nel pacchetto Database, i caratteri coreani vengono ora visualizzati correttamente quando si utilizza l'azione Inserisci/Aggiorna/Elimina in un file Excel. In precedenza, i caratteri coreani non venivano visualizzati correttamente quando azione veniva utilizzato.
8098 00675749 In E-mail pacchetto, puoi ora inoltrare un'e-mail utilizzando groupId o alias. In precedenza, le e-mail non venivano inviate dal server SMTP se l'indirizzo e-mail conteneva groupId o alias nel campo A.
8098 -- Puoi ora utilizzare una doppia barra rovesciata (\\) nell'azione Invia testo del Emulatore di terminale ed eseguire i bot. In precedenza, quando veniva utilizzata una doppia barra rovesciata (\\) in questa azione e il bot veniva eseguito, il terminale mostrava una singola barra (\).
8098 00688692 Quando ti connetti al server EWS per leggere le e-mail utilizzando Ciclo, l'e-mail recuperata in quel momento visualizza il contenuto correttamente in base alla modalità selezionata (formati HTML o testo normale). In precedenza, quando effettuavi la connessione al server EWS per leggere un'e-mail in formato HTML, il corpo dell'e-mail visualizzava un output vuoto.
8098 00659456 Nel pacchetto Ciclo, quando selezioni Per ogni file nella cartella come opzione Iteratore, la Nota sotto il campo Assegna nome file ed estensione a questa variabile visualizza ora il nome chiave in inglese. In precedenza, il nome della chiave nella Nota era stato tradotto nelle lingue selezionate.
8098 -- Un bot non viene più eseguito in modo intermittente quando la messa a fuoco passa da una finestra all'altra e non visualizza l'errore del plug-in Google Chrome Type_015.
8098 00683528 Nel pacchetto Database, le singole voci vengono ora inserite nel database quando esegui una procedura di memorizzazione per aggiungere righe nella tabella e l'opzione Esporta dati in CSV è selezionata. In precedenza, nel database erano state aggiunte voci duplicate.
8098 00693664 È stato risolto un problema per cui i caratteri giapponesi non venivano visualizzati correttamente quando venivano immessi in un campo contenente una variabile.
8098 00677167 La scheda armadietto Partecipanti ora mostra solo i partecipanti assegnati per quel armadietto specifico. In precedenza, la scheda visualizzava i partecipanti del armadietto precedentemente visualizzato, richiedendo all'utente di aggiornare il browser per visualizzare i partecipanti corretti.
8098 -- I servizi Sala di controllo possono ora essere eseguiti utilizzando gli utenti dell'account di servizio non amministratore. Il messaggio di Gateway non valido non viene più visualizzato.
8098 00691232 È stato risolto un problema che non consentiva agli utenti di aggiornare il valore di una variabile di input del tipo di file dopo il salvataggio del bot.
8098 -- L'opzione Salva ora è abilitata correttamente quando gli utenti apportano modifiche ai metadati, all'entità univoca e/o alla modalità di asserzione SAML.
8098 -- Il nome utente non viene più salvato nella finestra di accesso dopo che l'utente si è disconnesso, a meno che l'utente non abbia selezionato l'opzione Ricorda il mio nome utente.
8098 00682021 Quando effettui il check-in di un bot che ha clonato i bot come dipendenze, i file dipendenti dello spazio di lavoro privato non vengono più persi. Inoltre, dopo il check-in, se crei un nuovo bot utilizzando le stesse dipendenze del precedente bot, il nuovo bot viene eseguito correttamente.
8098 -- I Elementi di lavoro ora vengono elaborati per l'automazione del carico di lavoro dopo aver aggiunto altri Elementi di lavoro a una coda esistente.
8098 -- I Elementi di lavoro ora vengono rielaborati per l'automazione del carico di lavoro dopo aver modificato lo stato da non riuscito a nuovo.