Leggi e rivedi la documentazione di Automation Anywhere

Automation Anywhre Automation 360

Chiudi contenuti

Contenuti

Apri contenuti

Automation 360 v.22 Cloud Anteprima note sulla versione Sandbox

  • Aggiornato: 9/15/2021
    • Automation 360 v.x
    • Esplora
    • Spazio di lavoro RPA

Automation 360 v.22 Cloud Anteprima note sulla versione Sandbox

Data di rilascio:15 settembre 2021

Importante: L'ambiente sandbox di anteprima cloud è destinato esclusivamente ai clienti Automation 360 Cloud.

L'ambiente sandbox di anteprima cloud consente di testare i bot di produzione per garantire che funzionino senza problemi nell'ambiente di produzione. Utilizza l'ambiente sandbox per pianificare e testare nuove funzionalità per le prossime versioni di Automation 360.

Nota: Per informazioni sui pacchetti supportati, vedi Visualizzazione delle versioni dei pacchetti disponibili in Sala di controllo.

Spazio di lavoro RPA

Bot agent update: Questa versione include un aggiornamento obbligatorio per Agente bot. Assicurati di completare l'aggiornamento per continuare con le attività di automazione durante l'aggiornamento da una versione precedente a questa versione.

Aggiorna automaticamente il Agente bot | Aggiornare manualmente il Agente bot

Per verificare quale Agente bot versione è compatibile con questa Automation 360 versione, consulta Compatibilità con le build di Automation 360.

Novità
Consente di risparmiare larghezza di banda sui dispositivi tramite bot pacchetti offline precaricati

bot I pacchetti personalizzati o più comunemente utilizzati in un bot vengono ora salvati offline su un dispositivo utente nella seguente nuova cartella: AAPreloadedPackages. Quando un bot viene distribuito sul dispositivo di un utente, i pacchetti vengono utilizzati da questa cartella AAPreloadedPackages invece di scaricarli dal Sala di controllo.

Quando è disponibile una versione specifica del pacchetto, è possibile scaricarlo dal Sala di controllo repository per risparmiare il tempo necessario per scaricare il pacchetto durante bot l'esecuzione.

Pacchetti di precaricamento | Dispositivi

Introduzione al file di testo pacchetto

È pacchetto ora disponibile un nuovo file di testo che include il file Get text azione. Utilizzare questa azione opzione per estrarre il testo dai file con caratteri giapponesi con codifica Shift-JIS e salvare il contenuto nei file in una variabile stringa.

pacchetto

Novità azioni in Finestra pacchetto
  • Utilizzare Chiudi tutto azione per chiudere tutte le finestre o i programmi in esecuzione sul sistema, ad eccezione delle finestre aggiunte nel campo Aggiungi finestra.
  • Utilizzare Ripristina azione per ripristinare le dimensioni di una finestra o di un'applicazione ingrandita o ridotta a icona in esecuzione sul sistema.

Pacchetto Finestra

Condividi sessione in bot

Condivisione di una sessione DLL, Excel e Terminal Emulator in più bot utilizzando l'opzione Global session (sessione globale). È anche possibile condividere una sessione con un figlio specifico bot utilizzando l'opzione variabile e condividere una sessione con solo la corrente bot utilizzando l'opzione sessione locale.

Sharing sessions across bot

Miglioramenti a Excel avanzato pacchetto
  • Aprire i file con estensione .xml e .txt utilizzando Apri azione.
  • Utilizzare il carattere jolly (*) in Apri azione per nomi file per eseguire la ricerca in base al modello di caratteri jolly.
  • Quando si utilizza la macro Esegui azione e si specifica un argomento che ha un valore vuoto, questo valore vuoto può ora essere passato alla macro.
Nuova opzione nel database:Scollegare azione

Nel database: Disconnect azione, è ora possibile utilizzare l'opzione Mantieni lo schema del database nella cache fino al termine dell'esecuzione di bot per consentire al loop azione di iterare il dataset utilizzando lo schema memorizzato nella cache dopo la disconnessione dal database.

Nome TNS supportato per Oracle Database la connessione

Il nome TNS (transparent Network Substrate) è ora supportato Oracle Databasein . È possibile connettersi a Oracle Database specificando il nome TNS e il percorso del file di configurazione tnsnames.ora.

Nuova versione di Exchange supportata in E-mail pacchetto

In E-mail pacchetto, quando si sceglie un server EWS per stabilire una connessione, è ora possibile utilizzare l'opzione Exchange2013 nel campo versione di Exchange.

Miglioramento a. Registratore AISense

Registratore AISense Ora consente l'automazione di applicazioni che utilizzano il russo e una combinazione di interfacce russo e inglese.

AISense per la registrazione di attività da applicazioni remote

Miglioramenti alle condizioni del registratore per pacchetti
  • Utilizzare il nuovo oggetto non esiste la condizione dall'elenco delle condizioni di qualsiasi pacchetto per verificare se esiste un oggetto specifico in una finestra ed eseguirlo azioni in base al risultato.

    Questa condizione funziona anche con SAP la tecnologia.

  • La condizione oggetto esistente viene ora rinominata come oggetto esistente.

Pacchetto Ciclo

Supporto migliorato per Servizio Web SOAP URI (Service Cloud Case ID: 00759811)

In Servizio Web SOAP pacchetto, se l'immissione nel campo posizione indirizzo è vuota, recupera bot ora la posizione dell'indirizzo dal file WSDL.

Nuova opzione in Servizio Web SOAP pacchetto

Utilizzare l'opzione genera richiesta SOAP in Servizio Web SOAP pacchetto per recuperare i dettagli della richiesta SOAP dall'URI SOAP o dal file WSDL. È ora possibile selezionare qualsiasi operazione dall'elenco di servizi e porte disponibili nella richiesta SOAP per compilare automaticamente i dati nei campi di Servizio Web SOAP azione.

Esempio di utilizzo dell'operazione del servizio Web SOAP

Nuova opzione in Servizio web REST (ID caso Service Cloud: 00764198, 00800287)

In Servizio web REST pacchetto, è ora possibile utilizzare l'opzione Consenti connessione non protetta quando si utilizza https per ignorare la convalida del certificato SSL e consentire connessioni non protette.

Clic relativo e ricorrenza supportati in pacchetti (ID caso Service Cloud: 0055643,00754173)

Quando si acquisisce un'immagine di destinazione tramite Riconoscimento delle immagini pacchetto, è ora possibile utilizzare l'opzione Anteprima per selezionare una ricorrenza acquisita specifica e posizionare la posizione del clic rispetto all'immagine.

La funzione è supportata nei seguenti pacchetti modelli e azioni:
  • Riconoscimento delle immagini > trova immagine nella finestra
  • Riconoscimento delle immagini > finestra trova nella finestra
  • If > condizione di riconoscimento delle immagini
  • Ciclo > While > Image Recognition (durante > condizione di riconoscimento
  • Attendere condizione azione > condizione di riconoscimento immagine

Utilizzo di Trova immagine nella finestra azione|Utilizzo della finestra Trova nella finestra azione

Opzione tempo di attesa in Fogli di Google pacchetto (ID caso Service Cloud: 00738249)

Quando si utilizza la connessione nel azione Fogli di Google pacchetto per stabilire una connessione con il server Google, è ora possibile impostare un tempo di attesa nel campo attendere il completamento delle azioni durante l'esecuzione azioni di operazioni quali Get, Seto Delete. Ad esempio, se si dispone di un file di grandi dimensioni che richiede molto tempo per l'apertura, è ora possibile impostare il tempo di attesa per l'apertura del file prima che il sistema esegua il set successivo di azioni.

Nuova opzione per la messa azione in Dizionario pacchetto

È ora possibile assegnare un valore statico a una chiave per una variabile del dizionario utilizzando l'opzione valore statico nel campo put azione in Dizionario pacchetto.

Pacchetto Dizionario

Applicazioni Java supportate nell'integrazione delle applicazioni pacchetto

L'integrazione delle applicazioni pacchetto ora supporta Java applicazioni basate su Standard Widget Toolkit e Abstract Window Toolkit, che possono disegnare testo utilizzando API di disegno di testo di Windows.

Utilizzare espressioni regolari in File > Apri azione (ID caso Service Cloud: 00737614)

Utilizzare le espressioni regolari (regex) in Apri azione della File pacchetto per supportare la ricerca basata sul modello.

Specificare il timeout per bot (ID caso Service Cloud: 00667049, 00690892, 00699158, 00706491, 00739420, 00739415, 00741590, 00769795)

È ora possibile specificare l'intervallo di tempo entro bot il quale l'esecuzione di deve essere completata. Il sistema interrompe bot l'esecuzione se non viene completata entro il tempo specificato.

Impostare il timeout

Nuova opzione per la ricerca di testo all'interno bot del contenuto in Editor di bot (ID caso Service Cloud: 00735685, 00736201, 00739122, 00740481, 00733885, 00748970, 00746459, 00738181,00756441,00759037,00761453,00764478)

In Editor di bot, utilizzare la casella di ricerca nella visualizzazione flusso, elenco o Doppia per cercare testo, variabili o azioni nell'intero bot contenuto, ad esempio il nome del pacchetto, il nome dell'azione, il nome della stringa o il nome della variabile. Questa funzione consente di visualizzare o modificare un bot con righe di codice lunghe per determinare la posizione del testo cercato, ad esempio variabili, stringhe o azioni, viene utilizzato e in quale linea.

Contenuto della tavolozza Azioni per la creazione di bot

Miglioramenti bot alla struttura

Abbiamo migliorato la leggibilità complessiva bot della struttura e aggiornato le etichette dei nodi della bot per visualizzare azione in dettaglio le proprietà e i parametri selezionati di ciascuna di esse nelle viste flusso, elenco e Doppia. Non è più necessario espandere ciascuna di azione esse per visualizzare questi dettagli.

Le viste flusso, elenco e Doppia visualizzano le seguenti proprietà di azioni:

  • Il valore immesso per azioni , ad esempio Imposta testo per tutte le tecnologie supportate
  • Nomi degli oggetti su cui azioni , ad esempio , impostare il testo, fare clicsu , Fare clic con il pulsante sinistrodel mouse su , Ottieni proprietàe Seleziona elemento per indice
  • Nome della proprietà oggetto menzionata in azione
  • Nome della variabile restituita se un valore è assegnato a una variabile
  • Elenco delle proprietà per la proprietà Get azione
Controllo della sicurezza della rete migliorato

In qualità Sala di controllo di amministratore, è ora possibile configurare e controllare URL specifici e consentiti per un controllo più granulare degli access point di rete.

Set callback URLs

Supporto proxy migliorato

Le connessioni a Internet vengono spesso eseguite tramite server proxy. Automation 360 Fornisce un supporto avanzato per la configurazione proxy per i pacchetti, come I pacchetti REST e SOAP, per la creazione e l'esecuzione botdi .

Connettiti a Azure DevOps (Cloud) Git da Sala di controllo

È ora possibile connettersi a Azure DevOps (Cloud) Git tramite per Sala di controllo eseguire il check in di un bot e dei relativi file dipendenti nel repository remoto Azure DevOps (Cloud) Git.

Connect to Azure DevOps (Cloud) Git from Sala di controllo

Filtri per l'ID dell'elemento di lavoro e l'ora per le automazioni dei carichi di lavoro

Combinare l'ID dell'oggetto di lavoro e l'ora di inizio di una coda per cercare oggetti di lavoro specifici e monitorare l'avanzamento di tali oggetti di lavoro. L'ora di inizio filtra l'elenco di tutti gli oggetti di lavoro che iniziano tra la data di inizio specificata e l'ora di inizio.

Operazioni consentite sulla pagina della coda di visualizzazione

Miglioramenti alla chiave del tipo di esecuzione nella variabile AATaskExecutor
  • Quando si pianifica bot l'esecuzione di, la chiave Execution_Type nella variabile AATaskExecutor restituisce ora informazioni sul tipo di esecuzione con tipo di pianificazione (frequenza), ad esempio Esegui come pianificazione giornaliera, Esegui come pianificazione settimanaleo Esegui come pianificazione mensile.
  • Quando si utilizza un trigger in botun , è possibile accedere alla chiave Execution_Type attraverso i dati del trigger. La chiave Execution_Type restituisce il trigger Run Through come stringa per i trigger.
Supporto della lingua per i nomi delle variabili

I nomi variabili ora supportano le lingue greca e giapponese. È ora possibile creare i nomi delle variabili utilizzando i seguenti caratteri:

  • Caratteri greci maiuscoli e minuscoli
  • Caratteri giapponesi Katakana full-width e half-width.
SUPPORTO DEI servizi ML nel programma di installazione dei pacchetti Linux

Il pacchetto python nel pacchetto di installazione di Linux è ora aggiornato per supportare I servizi ML. Quando si scarica e si installa Sala di controllo su Linux, i servizi ML sono attivi e in esecuzione come parte del processo di installazione.

Installazione di Sala di controllo su Linux | Arresta e avvia Sala di controllo i servizi su Linux

Supporto per il download diretto in Bot Store

Gli utenti che non possono connettersi a Sala di controllo Internet possono ora scaricarli direttamente Automation 360 bot e pacchetti localmente da Bot Store e importarli sul Sala di controlloproprio .

Download bot and pacchetti from Bot Store

Cosa è cambiato
Messaggi per migrati bot per i quali MetaBot la logica di riferimento non è disponibile

Scanner di bot E Assistente migrazione ora visualizzano i messaggi azione richiesta per 11.x o 10.x bot per i quali la MetaBot logica di riferimento non è disponibile.

La migrazione bot di con variabile mancante è bloccata

Il processo di migrazione non esegue la migrazione 11.x bot che utilizza una variabile che non è più disponibile e che viene utilizzata nel If Ciclo Funzionamento variabile Appunti comando , , o . In precedenza, la bot migrazione è stata eseguita correttamente, ma si è verificato un errore durante bot l'esecuzione di .

Aggiornare a Metabot che utilizzano la stessa DLL in logica multipla (Service Cloud Case ID: 00684185, 00730248, 00742840, 00742840, 00779629, 00779788, 00727977, 00743986, 00764872)

La migrazione bot che utilizza la stessa DLL in MetaBot logica multipla ora funziona come previsto senza alcuna modifica. In precedenza, era necessario aggiornare il migrato bot per eseguirli correttamente.

Migrazione bot eseguita correttamente quando le variabili mappate non sono disponibili (ID caso Service Cloud: 00746651, 00785703)

Migrato bot ora eseguito correttamente quando le variabili mappate non sono disponibili nel figlio bot o nel padre bot.

Miglioramenti Agente bot alle impostazioni della periferica
Per accedere facilmente ai dispositivi locali e remoti, un utente può modificare Agente bot le impostazioni del dispositivo dalla pagina le mie impostazioni nel Sala di controllo riquadro sotto il nome utente. È possibile eseguire le seguenti operazioni:
  • Aggiornare le credenziali del dispositivo
  • Consente di modificare Esecutore di bot il dispositivo predefinito
  • Consente di visualizzare il nome, lo stato e Agente bot la versione del dispositivo locale

Impostare le credenziali di un dispositivo | View and update Agente bot device settings

Miglioramento di OpenDistro per Elasticsearch

Come parte della sicurezza avanzata, OpenDistro (cron-utils) è ora aggiornato alla v.1.13.2 per Elasticsearch v.7.10.2

Aggiorna alla stampante pacchetto

In Rimuovi e imposta predefinito azioni della stampante pacchetto, è ora possibile selezionare una stampante specifica dall'elenco delle stampanti disponibili.

Comando Impostazioni stampante

Inserire le azioni registrate al centro di A. bot

È ora possibile inserire tutte le azioni registrate acquisite di recente in una posizione specificata in un botesistente . In precedenza, le azioni registrate erano state aggiunte bot all'esistente alla fine per impostazione predefinita e gli utenti dovevano trascinare l'azione nella posizione specificata.

Uso del registratore

Migrazione: Comportamento delle variabili di sistema all'esterno di un loop (ID caso Service Cloud: 00761281)

Quando si esegue la migrazione bot che utilizza variabili di sistema al di fuori di Ciclo pacchetto, le variabili vengono ora convertite in variabili definite dall'utente di tipo record o stringa, a seconda dei casi, e assegnate a un'azione record. Di conseguenza, quando bot vengono eseguite queste variabili, vengono visualizzati i dati dell'ultima riga. In precedenza, dopo la migrazione veniva visualizzato un valore vuoto.

Le seguenti variabili di sistema vengono convertite in variabili di tipo record:

  • $Filedata column$
  • $Excel column$
  • $colonna dataset$
  • $Table Column$

La variabile di sistema $XML Data Node$ viene convertita in una variabile di tipo stringa.