Leggi e rivedi la documentazione di Automation Anywhere

Automation Anywhere Automation 360

Chiudi contenuti

Contenuti

Apri contenuti

Funzionalità non supportate per la migrazione

  • Aggiornato: 2021/10/17
    • Automation 360 v.x
    • Esegui la migrazione
    • Spazio di lavoro RPA

Funzionalità non supportate per la migrazione

Esamina le funzioni che non sono supportate per la migrazione da Enterprise 11 o Enterprise 10 a Automation 360.

Funzioni non ancora supportate

Le seguenti funzioni non sono ancora supportate per la migrazione:

  • I dispositivi Enterprise 11 o Enterprise 10 Bot Runner e Bot Creator non sono inclusi nel processo di migrazione, pertanto non vengono migrati a Automation 360.

    L'Bot agent Automation 360 sostituisce Enterprise 11 e. Enterprise 10 Enterprise Client Utilizza Bot agent per collegare un dispositivo a Automation 360 Control Room ed eseguire i bots sui dispositivi collegati.

  • Flussi di lavoro, trigger, cronologia di controllo delle versioni di bots e registri del file system
  • Migrazione di bots Enterprise 11 che utilizzano Subversion Version Control per il controllo delle versioni.
  • Control Room che utilizza Oracle Database.
  • Migrazione di dati Bot Insight e altre entità come utenti, ruoli, pianificazioni e variabili delle credenziali quando Automation 360 viene installato utilizzando un nuovo database.
  • Migrazione a un'istanza Automation 360 abilitata al cloud.

    Soluzione: puoi utilizzare il processo manuale per eseguire la migrazione a un'istanza abilitata al cloud. Vedi Preparazione per abilitare la migrazione da Enterprise 11 a Automation 360.

  • Migrazione delle immagini acquisite tramite il comando Object Cloning.

    Per tali bots, è necessario riacquisire gli oggetti dopo aver migrato i bots.

  • Uso di una variabile all'interno di una variabile (ad eccezione delle variabili di tipo valore) in un bot

    Ad esempio, se un bot contiene $variable1$, dove $variable1$ contiene $variable2$ e $variable2$ contiene il valore effettivo,per questo bot non è possibile eseguire la migrazione.

  • Utilizzo di un valore fisso e di una variabile per specificare la posizione dell'indice, ad esempio $v_ArrVar(1$RowIndex$,1)$
  • Possibilità di acquisire immagini dalla finestra di runtime quando viene eseguito un bot
  • I bots Enterprise 11 o Enterprise 10 che utilizzano un valore stringa in una variabile utilizzata nel comando If insieme all'operatore '<' o '=' sono migrati a Automation 360. Tuttavia, questi bots rilevano errori quando vengono eseguiti in Automation 360.
  • Il comando If o il comando Loop che usano l'operatore <, >, <=, or >= con variabili che contengono un valore stringa rilevano un errore dopo la migrazione

    Ad esempio, se si dispone di un bot che contiene una variabile con il valore abcd e utilizza l'operatore >, il bot rileva un errore quando viene eseguito dopo la migrazione perché le variabili del tipo stringa non dovrebbero utilizzare gli operatori <, >, <= o >=.

  • Comando Object Cloning che automatizza le seguenti applicazioni:
    • Applicazioni Flash
    • Applicazione Web in esecuzione sul browser Edge-Legacy
  • I bots Enterprise 11 o Enterprise 10 hanno potuto eseguire una macro Microsoft Excel dal file Microsoft Excel disponibile nella cartella XLSTART quando la macro viene richiamata da un altro file Excel che non contiene tale macro. Dopo la migrazione, questi bots non sono in grado di eseguire le macro disponibili in un altro Excel
  • Il simbolo della freccia non viene visualizzato in Automation 360 Bot editor.

    Quando il simbolo della freccia viene utilizzato in bots Enterprise 11 o Enterprise 10, il Bot editor non visualizza alcun simbolo dopo la migrazione, con un'eccezione. L'eccezione è che quando il simbolo viene utilizzato in più comandi IF/ELSE, il Bot editor visualizza la variabile $String:FormFeed$ invece del simbolo freccia.

Funzioni non supportate con soluzione alternativa

È possibile eseguire la migrazione di bots con le seguenti funzioni se queste vengono aggiornate in base alla soluzione specificata:
  • Comando Esegui logica che utilizza le variabili delle credenziali come input per una logica di un MetaBot

    Soluzione: Bots che utilizzano il comando Esegui logica che trasferisce gli attributi Credential Vault da un TaskBot a una logica MetaBot possono essere migrati a Automation 360. Il nome delle credenziali e il nome dell'attributo vengono visualizzati nei campi della riga corrispondente del bot migrato.

    Se è stata eseguita la migrazione utilizzando il database Enterprise 11 ripristinato, viene creato un locker equivalente in Automation 360 per le variabili delle credenziali utilizzate nel bot Enterprise 11.

    Scegli una delle seguenti opzioni per eseguire correttamente il bots migrato:
    • Opzione 1: Trasferisci le variabili di tipo credenziale.
      1. Crea una variabile di tipo di credenziale nei bots figli come variabili di input.
      2. In action Esegui del package Task Bot del bot padre, aggiorna i campi del valore di input per utilizzare gli attributi Credential Vault per la variabile di tipo di credenziale creata per il bot figlio (corrispondente alla logica MetaBot).
    • Opzione 2: Trasferisci i valori delle credenziali come valore globale.
      1. Crea il valore globale in Automation 360 per l'uso delle credenziali nel comando Esegui logica in Enterprise 11.
      2. In action Esegui del package Task Bot del bot padre, aggiorna i campi del valore di input per utilizzare i valori globali per la variabile di tipo di credenziale creata per il bot figlio (corrispondente alla logica MetaBot).
    Se non hai utilizzato il database Enterprise 11 ripristinato durante l'installazione di Automation 360 devi creare l'armadietto richiesto per le variabili delle credenziali utilizzate nel bot Enterprise 11 prima di eseguire i passaggi precedenti.
    Nota: Automation 360 fornisce una protezione avanzata consentendo di assegnare gli attributi Credential Vault solo alle variabili del tipo di credenziale. Ciò limita la gestione non protetta degli attributi Credential Vault che potrebbero essere stati assegnati a variabili di tipo non credenziale.
  • I bots Enterprise 11 o Enterprise 10 rilevano un errore dopo la migrazione quando questi bots utilizzano il comando Esegui logica per eseguire una logica MetaBot e la posizione della logica viene specificata fino alla cartella che contiene tale logica. Ad esempio, ipotizzando che tu voglia eseguire Logic1 disponibile nella posizione D:Metabots\Logics\Finance. Se specifichi solo D:Metabots\Logics\Finance invece del percorso completo (D:Metabots\Logics\Finance\Logic1) della logica, si verifica un errore.

    Soluzione:

    aggiornare il percorso di tutta la logica MetaBot al percorso completo nei bots Enterprise 11 o Enterprise 10 prima della migrazione.
  • I MetaBots Enterprise 11 o Enterprise 10 che utilizzano la variabile delle credenziali per trasferire un valore numerico come input a una funzione DLL.
    Soluzione:
    1. aggiorna la funzione DLL per utilizzare il parametro di input della stringa tipo.
    2. Elimina i comandi dai MetaBots che trasferiscono il parametro di input del tipo numerico alla funzione DLL.
    3. Aggiungi i comandi in MetaBots per trasferire i parametri di input del tipo stringa alla funzione DLL.
    4. Migra i TaskBots e MetaBots pertinenti.
  • Se stai eseguendo la migrazione a Automation 360 Cloud e hai configurato SAML come tipo di autenticazione in Enterprise 11, il processo di migrazione modifica il tipo di autenticazione in base al tipo di autenticazione del database Control Roomper Automation 360 Control Room.
    Soluzione: per configurare SAML come tipo di autenticazione per Cloud Control Room dopo la migrazione, esegui queste operazioni:
    1. Elimina l'utente utilizzato per configurare SAML in Enterprise 11 da Automation 360.
    2. Crea un altro utente con le autorizzazioni richieste e utilizzalo per configurare SAML in Automation 360.
  • Migrazione da Enterprise 10 a Automation 360 Cloud.

    Soluzione: Eseguire la migrazione a una versione di Enterprise 11 supportata per la migrazione a Automation 360 Cloud e quindi eseguire la migrazione a Automation 360 Cloud.

  • bots Enterprise 11 che utilizzano Exchange Web Services (EWS) per inviare e-mail utilizzando il comando Send Email, rilevano un errore dopo la migrazione a Automation 360
    Soluzione: Creare i seguenti valori globali in Automation 360 e aggiorna i bots migrati per utilizzare EWS in tutte le azioni:
    • AAE_EmailSettings_auth
    • AAE_EmailSettings_host
    • AAE_EmailSettings_port
    • AE_EmailSettings_ssl
    I valori per questi valori globali devono essere quelli specificati in Enterprise 11.
  • Il comando Loop o il comando If che utilizzano le condizioni della data per confrontare le date in formati diversi riscontrano un errore dopo la migrazione. Ad esempio, una data in formato mm/gg/aaaa non funziona con una data in formato mm/gg/aaaa hh:mm:ss.

    Soluzione: Aggiornare le date con un formato diverso allo stesso formato.

  • Un bot non può utilizzare una variabile o un oggetto contenente dati superiori a 64 KB. Ad esempio, se hai acquisito una tabella da un sito Web utilizzando il comando Object Cloning e l'oggetto acquisito contiene dati superiori a 64 KB. I Bots che contengono tali oggetti rilevano un errore dopo la migrazione.

    Soluzione: Rimuovere i dati indesiderati o copiare i dati in un file CSV o di testo e utilizzare l'action Leggi del package CSV/TXT.

  • La migrazione non viene eseguita per l'azione a cui manca il valore Credential Vault in Control Room.

    Soluzione: crea il valore Credential Vault in Automation 360 prima della migrazione e avvia nuovamente la migrazione utilizzando Bot Migration Wizard.

Migrazione dei bots con stato N/D

I report Bot Scanner mostrano lo stato dei bots che contengono comandi non supportati e che non possono essere migrati come N/D. È possibile effettuare la migrazione di questi bots modificandoli sul computer Enterprise 11 Enterprise 10 come specificato nella seguente tabella:
Messaggio

Migrazione di bot non ancora supportata a causa di bot figlio che utilizzano comandi non supportati.

Descrizione

Un bot figlio che utilizza un comando attualmente non supportato per la migrazione non può essere migrato. Di conseguenza i bots padre che utilizzano questo bot figlio non possono essere migrati.

Azione

Per migrare questi bots padre, rimuovi i riferimenti al bot figlio dal bot padre ed effettua poi la migrazione del bot padre.

Per visualizzare i comandi non supportati utilizzati nel bots figlio, vai all'elenco dei bots che non possono essere migrati e fai clic sul nome del bot figlio.

Messaggio

La migrazione di "Clonazione dell'oggetto" con "HTML (Edge)" non è ancora supportata

Descrizione

Il browser Legacy Microsoft Edge non è supportato in Automation 360, pertanto la migrazione di bots configurati con questo browser in non è supportata.

Azione

Aggiorna i bots Enterprise 11 utilizzando altri browser supportati, come Google Chrome, Firefox, Internet Explorer o il browser Chromium Microsoft Edge.

Messaggio

La migrazione di MetaBot non è supportata. Il file schermata non esiste. Correggi il bot e riprova.

Descrizione

La logica MetaBot fa riferimento a una schermata che non esiste nel MetaBot.

Azione

Per migrare il MetaBot, aggiungere nuovamente la schermata o rimuovere i riferimenti alle schermate inesistenti.

Messaggio

La migrazione del comando "Funzionamento variabili" in cui i tipi di variabili non corrispondono non è supportata. Correggi il bot e riprova.

Descrizione

Il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 utilizza il comando Funzionamento variabili dove i tipi di variabile delle variabili utilizzate non sono gli stessi.

Azione

Aggiorna il comando Funzionamento variabili nei bots Enterprise 11 o Enterprise 10 per assicurare che le variabili di riferimento siano dello stesso tipo.

Messaggio

La migrazione del comando "Funzionamento variabili" in cui la variabile non esiste non è supportata. Correggi il bot e riprova.

Descrizione

il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 fa riferimento a una variabile inesistente nel comando Funzionamento variabili.

Azione

Crea una variabile con lo stesso nome e tipo oppure rimuovi il comando che fa riferimento alla variabile inesistente.

Messaggio

La migrazione del comando "If" in cui la variabile non esiste non è supportata. Correggi il bot e riprova.

Descrizione

Il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 fa riferimento a una variabile inesistente nel comando Se.

Azione

Crea una variabile con lo stesso nome e tipo oppure rimuovi il comando che fa riferimento alla variabile inesistente.

Messaggio

La migrazione del comando "ElseIf" in cui la variabile non esiste non è supportata. Correggi il bot e riprova.

Descrizione

Il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 fa riferimento a una variabile inesistente nel comando Else If.

Azione

Crea una variabile con lo stesso nome e tipo oppure rimuovi il comando che fa riferimento alla variabile inesistente.

Messaggio

La migrazione del comando "Loop" in cui la variabile non esiste non è supportata. Correggi il bot e riprova.

Descrizione

bot Enterprise 11 o Enterprise 10 fa riferimento a una variabile inesistente nel comando Loop.

Azione

Crea una variabile con lo stesso nome e tipo oppure rimuovi il comando che fa riferimento alla variabile inesistente.

Messaggio

La migrazione di "Esegui un'attività" con percorso bot definito tramite "AAApplicationPath" non seguito da un percorso della cartella di archivio valido non è supportata. Correggi il percorso del task bot nel bot 11.x e migra nuovamente.

Descrizione

Il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 utilizza un percorso non valido nel comando Esegui attività del bot figlio.

Azione

Per eseguire la migrazione di questo bot, modifica il bot Enterprise 11 per garantire un percorso valido per il bot figlio dopo AAApplicationPath.

Messaggio

La migrazione di "If - TaskSuccessful" con percorso bot definito utilizzando "AAApplicationPath" non seguito da un percorso di cartella di archivio valido non è supportata. Correggi il percorso del task bot nel bot 11.x e migra nuovamente.

Descrizione

Il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 utilizza un percorso non valido all'interno della condizione Se > Attività riuscita del bot figlio.

Azione

Aggiorna il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 per garantire al bot figlio un percorso valido seguito da una struttura di cartelle appropriata dopo AAApplicationPath.

Messaggio

La migrazione di "If - TaskUnsuccessful" con percorso bot definito utilizzando "AAApplicationPath" non seguito da un percorso di cartella di archivio valido non è supportata. Correggi il percorso del task bot nel bot 11.x e migra nuovamente.

Descrizione

Il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 utilizza un percorso non valido all'interno della condizione Se > Attività non riuscita del bot figlio.

Azione

Aggiorna il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 per garantire al bot figlio un percorso valido seguito da una struttura di cartelle appropriata dopo AAApplicationPath.

Messaggio

La migrazione di "ElseIf - TaskSuccessful" con percorso bot definito utilizzando "AAApplicationPath" non seguito da un percorso di cartella di archivio valido non è supportata. Correggi il percorso del task bot nel bot 11.x e migra nuovamente.

Descrizione

Il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 utilizza un percorso non valido all'interno della condizione Altrimenti se > Attività riuscita del bot figlio.

Azione

Aggiorna il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 per garantire al bot figlio un percorso valido seguito da una struttura di cartelle appropriata dopo AAApplicationPath.

Messaggio

La migrazione di "ElseIf - TaskUnsuccessful" con percorso bot definito utilizzando "AAApplicationPath" non seguito da un percorso di cartella di archivio valido non è supportata. Correggi il percorso del task bot nel bot 11.x e migra nuovamente.

Descrizione

Il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 utilizza un percorso non valido all'interno della condizione Altrimenti se > Attività non riuscita del bot figlio.

Azione

Aggiorna il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 per garantire al bot figlio un percorso valido seguito da una struttura di cartelle appropriata dopo AAApplicationPath.

Messaggio

La migrazione del comando "Funzionamento variabili" che reimposta la variabile di sistema "$WorkItemResult$" non è supportata.

Descrizione

Il ripristino della variabile di sistema $WorkItemResult$ non è supportato per il comando Funzionamento variabili.

Azione

Utilizza l'operazione Stringa > Assegna e assegna una stringa vuota alla variabile di sistema $WorkItemResult$ invece di reimpostarla.

Messaggio

La migrazione di "Finestre - Chiudi tutte le finestre aperte" non è ancora supportata.

Descrizione

Se è stato utilizzato il comando Chiudi con l'opzione Tutte le finestre aperte selezionata in un bot, non è possibile eseguire la migrazione di tale bot.

Azione

Aggiorna il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 in modo che non utilizzi l'opzione Tutte le finestre aperte prima della migrazione

Messaggio

La migrazione di "If - ObjectProperties" con il campo "OCObjectPlay_PropertyInfo_ReviewMessage" di tipo "String" non è ancora supportata.

Descrizione

Il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 utilizza un oggetto nel comando If > Object Properties che ha una delle proprietà con dimensioni superiori a 64 KB.

Azione
Per la migrazione di questo bot puoi eseguire una delle seguenti azioni:
  • Elimina il valore della proprietà di dimensioni superiori a 64 KB nel comando If > Object Properties.
  • Memorizzare il valore della proprietà che supera i 64 KB in un file di testo. Quindi, creare una variabile che legge il valore da questo file. Assegna questa nuova variabile alla proprietà corrispondente nel comando If > Object Properties.
Messaggio

La migrazione di "ElseIf - ObjectProperties" con il campo "OCObjectPlay_PropertyInfo_ReviewMessage" di tipo "String" non è ancora supportata.

Descrizione

Il bot Enterprise 11 o Enterprise 10 utilizza un oggetto nel comando Else If > Object Properties che ha una delle proprietà con dimensioni superiori a 64 KB.

Azione
Per la migrazione di questo bot puoi eseguire una delle seguenti azioni:
  • Per eseguire la migrazione di questo bot, elimina il valore della proprietà di dimensioni superiori a 64 KB nel comando Else If > Object Properties.