Leggi e rivedi la documentazione di Automation Anywhere

Automation Anywhre Automation 360

Chiudi contenuti

Contenuti

Apri contenuti

Aggiungi un trigger di file e cartelle

  • Aggiornato: 11/17/2020
    • Automation 360 v.x
    • Crea
    • AARI
    • Flusso di processo

Aggiungi un trigger di file e cartelle

Utilizzare il trigger di file e cartelle per avviare una bot quando viene eseguita un'operazione predefinita come creare, eliminare, rinominare o modificare su un file o una cartella.

Questa procedura è per uno scenario in cui si desidera attivare una bot quando un utente modifica un foglio di calcolo chiamato Sales update.xls.

Procedura

  1. Fai clic su BOTS > I miei bot > Crea nuovo > bot.
  2. Immettere un nome per . bot
    Tutti i bot sono memorizzati nella cartella \\Bots. Fare clic su Sfoglia per modificare la cartella.
  3. Fare clic su Crea & modifica.
  4. Nella pagina del bot generatore, fare clic sulle cartelle > &Triggers Files (File trigger).
  5. Trascina il trigger File in Trascina un trigger qui.
  6. Fare clic su Sfoglia e selezionare il file Sales update.xls.
  7. Dal menu a discesa Avvia il bot quando il file è , selezionare modificato.
    Questo imposta il trigger per bot.
  8. Opzionale: Utilizzare il menu a discesa Assegnato a per assegnare una variabile.
    Nota: Se si desidera utilizzare la scheda Variabili per creare una variabile, assicurarsi di selezionare la casella di controllo Usa come input per visualizzarla nel menu a discesa Assegnato a (opzionale).
    Nota: Se si utilizza l'icona Seleziona variabile nel menu a discesa Assegnato a (opzionale) per creare una variabile, assicurarsi di non selezionare la casella di controllo Costante (sola lettura).

    È possibile recuperare il seguente set di dati definendo una variabile come tipo di input, che è possibile assegnare per ottenere l'output dal trigger:

    • Tipo di trigger: Trigger di file o cartelle
    • tipo di evento: Il tipo di evento trigger

    Il seguente set di dati non può essere utilizzato se la casella di controllo Imposta schema è selezionata poiché restituisce un tipo di variabile non stringa:

    • ora di riferimento: L'ora in cui si è verificato il trigger.
      Nota: Assicurarsi di collegare il valore timeStamp alla variabile stringa per ottenere i dati trigger.

      Ad esempio, si consideri di voler estrarre la data e l'ora dell'evento trigger quando un utente modifica il file Sales update.xls. Utilizzare l'azione Messaggio all'interno della logica dell'attività e immettere Data Ora- $recordVar[2]$ nel campo Immettere il messaggio da visualizzare.

    • daCartella: Dettagli del percorso della cartella padre
    • cartella: Dettagli del percorso del file o della cartella in cui si è verificato l'evento
  9. Fare clic su Salva.
  10. Fare clic su > EseguiEsegui con trigger.
    Ogni volta che un utente modifica l'aggiornamento delle vendite.xls, bot viene attivato .
Invia feedback