Leggi e rivedi la documentazione di Automation Anywhere

Automation Anywhere Automation 360

Chiudi contenuti

Contenuti

Apri contenuti

Inserimento di un comando SNMP

  • Aggiornato: 4/19/2019

    Inserimento di un comando SNMP

    Consente di automatizzare le operazioni relative alla gestione della rete.

    Per inserire un comando SNMP, attieniti a questa procedura:

    Procedura

    1. Fai doppio clic o trascina una delle operazioni SNMP nel riquadro Elenco azioni attività.
      Viene visualizzata la finestra SNMP.
    2. Seleziona un'operazione SNMP: Ottieni, Ottieni successivo, Imposta, Camminata o Invia trap.
    3. Specifica un agente e i dettagli della community:
      • Agente: consente di specificare un indirizzo IP o un nome host.
      • Community: consente di specificare una stringa per la community. Questa stringa viene utilizzata per l'accesso in sola lettura a un elemento di rete.
    4. Specifiche OID:
      • ID oggetto: consente di specificare l'indirizzo IP o il nome host.
      • Tipo di dati: consente di selezionare i caratteri ASCII o esadecimali.
    5. Specifica il Risultato:
      • File di registro: consente di visualizzare i dati del registro SNMP nel file di registro selezionato.
      • Assegna il valore a una variabile esistente: consente di specificare un valore per la variabile.
    6. Facoltativo: SNMP avanzato:
      • Versione SNMP: consente di selezionare una versione del dispositivo (V1, V2 o V3).
        Nota: V3 consente agli utenti di selezionare i livelli di autenticazione per garantire un ambiente più sicuro.
        • Livello di autenticazione: scegli tra Nessuno, Solo autenticazione o Autenticazione con privacy.
        • Se è selezionata l'opzione Nessuno, scegli un Metodo di autenticazione (MD5 o SHA) e inserisci una Password.
        • Se è selezionata l'opzione Autenticazione con privacy, scegli un Metodo di privacy (DES o AES) e inserisci la Chiave privata.
      • Timeout: consente di specificare il tempo di risposta in millisecondi che l'azione deve attendere prima di generare un errore.
      • Porta remota: consente di specificare la porta TCP/IP da utilizzare per la richiesta Ottieni. Il valore predefinito è 161.
      • Tentativi: consente di specificare il numero di volte in cui riprovare il messaggio.
    7. Fai clic Salva.
    Invia feedback